sabato 27 maggio 2017

IL MIO DAKOS CRETESE PER IL CLUB DEL 27

Sbriciolata. La feta doveva essere sbriciolata.
Non ci voleva un genio. Bastava leggere bene la ricetta, era scritto nero su bianco.
Non è nemmeno una ricetta lunga e complicata, piena di passaggi e tempi di riposo con decine di ingredienti.
È la ricetta più facile del mondo, almeno una delle più semplici.
Con quanti ingredienti? Quattro. Cinque. Sette se si contano anche i condimenti.
Eppure sono riuscita a sbagliare pure quella.




Non so dove e perché ho letto feta a cubetti.
Forse è arrivato il momento di procurami degli occhiali da lettura.
Comunque, con feta a cubetti o sbriciolata, questo piatto è favoloso.
Facile, l’ho già detto, veloce, appetitoso e fresco. Perfetto per un pranzo estivo.
Viene direttamente da Creta, si chiama Dakos e consiste in una frisella integrale condita con pomodorini a cubetti (quelli erano a cubetti, solo quelli), feta sbriciolata (amen), olive nere e poco altro.
Veramente si dovrebbe fare con le paximadia, sorta di gallette o friselle d’orzo tipiche di Creta, ma siccome qui non si trovano facilmente si può ripiegare sulle friselle nostrane.
La ricetta proviene da una libro “La Cucina Greca” di Jean-Michel Carasso, che non ho ancora ma è già sulla mia lista dei desideri. Questa mi è stata passata dalle coordinatrici del Club del 27, che hanno raccolto e messo a disposizione dei membri del gruppo decine di ricette di insalate ricche e gustose, italiane e da tutto il mondo. Oggi ci ritroviamo tutti a blog unificati per riproporne qualcuna.
La scelta è stata durissima. Dopo aver scartabellato per giorni, alla fine mi sono decisa per questo piatto. Anche perché mi ricorda un po’ le friselle condite che mangiavo spesso quando abitavo in Calabria, con mozzarella, scamorza o ricotta salata al posto della feta ma la sostanza era quella.
Ma se vi dico che la scelta era imbarazzante potete credermi.
Nel post di oggi del Club del 27 sono stati raccolti tutti i patti realizzati dai membri con i rispettivi link ai blog e vedrete ogni ben di dio. Dalle famose Cesar Salad, Waldorf Salad o Niçoise, alle raffinate insalate create da Escoffier o Pellaprat, fino a piatti che provengono dal lontano oriente.
Tutto questo per celebrare ancora una volta una sfida memorabile dellMTChallenge, la n°31, quella sulla Cesar Salad appunto, forse una delle mie prime partecipazioni all’MTC, quando ancora partecipavo con un’incoscienza che rasentava l’ingenuità.
All’epoca giocavo e basta. Poi pian piano mi sono resa conto della grande bravura, del livello degli altri partecipanti e allora un po’ di timore reverenziale è nato.
Anche perché qui il livello cresce sempre di più, basta vedere che macchina da guerra è diventato l’MTC ora.
Tornando a quella sfida, è stata memorabile anche perché è stata accompagnata da un Tema del Mese altrettanto memorabile. Se il gioco verteva su possibili varianti della Cesar Salad, attorno ad essa sono apparse tutte le altre sorelle, altrettanto famose e gustose, più un nutrito numero di escursioni nelle cucine straniere.
Tutte queste ricette hanno poi creato uno dei libri dell’MTChallenge che ha riscosso molto successo Insalata da Tiffany”.
Bene, ora vogliamo riportare sul web un po’ di questi piatti.
Io ho preparato un dakos, sbagliato, ça va sans dire.
Vi scrivo la ricetta esattamente come me l’hanno passata.


banner ufficiale di Francesca Carloni

 
altro capolavoro di Mai Esteve.





Dakos (frisella cretese) con pomodori, Feta ed olive
Tratta da La Cucina Greca di Jean-Michel Carasso

Ingredienti
1 frisella integrale
1 pomodoro maturo (dimensione piccolo/medio)
30 g di Feta
1 pizzico di origano secco
Qualche oliva nera piccola
Olio extra vergine di oliva “intenso”
1 spruzzo di aceto di vino rosso
Sale e pepe

Procedimento
Tagliate il pomodoro in cubetti piccoli. Sbriciolate la Feta (ecco, io invece l’ho tagliata a cubetti). Bagnate molto velocemente la frisella sotto l’acqua, e copritela con i cubetti di pomodoro. Condite con olio, poco aceto, origano e poco sale e pepe. Aggiungete la Feta sbriciolata sopra il pomodoro, qualche oliva nera e servite immediatamente.





Variante personale:

stessi ingredienti ma con abbondante origano, niente aceto e l’aggiunta di pomodorini ciliegini semi secchi sott’olio. Ma le variazioni sul tema sono infinite, si possono aggiungere capperi, acciughe sott’olio, rucola, basilico fresco, e così via.



8 commenti:

  1. Ottimi con le temperature calde di questi giorni...poi io adoro la feta, la metterei ovunque!

    RispondiElimina
  2. Tra poco andrò proprio a Creta x una settimana di vacanza e sicuramente non mi farò sfuggire l'assaggio di queste golose friselle greche ^_^ in effetti feta sbriciolata o no, è un'ottima idea x una pranzo goloso e no stress ^_^

    RispondiElimina
  3. quadrottata o sbriciolata, sempre delizia è

    RispondiElimina
  4. come si fa a non amare i dakos?? non credo sia possibile e' il piatto estivo per eccellenza,haifatto un ottima scelta!ciaooo

    RispondiElimina
  5. A cubetti o sbriciolata.. questi dakos sono appetitosi in ogni versione!!

    RispondiElimina
  6. Alla fine i cubetti hanno reso il tuo Dakos riconoscibile tra i molti,compreso il mio, di questo mese. Se poi guardi bene ognuno ha personalizzato un pochino e questo è il bello di questo 'gioco'.

    RispondiElimina
  7. a me coi cubetti piace di più! e se la facessi ti copierei!!! un abbraccio!

    RispondiElimina

Spero vi siate divertiti qui da me. La mia porta è sempre aperta a tutti quelli che vogliono condividere con me la passione per la cucina e i libri. In amicizia e serenità. Sarò felicissima se mi lascerete un commento, un'opinione, un consiglio ...anche solo un saluto! Fa davero piacere avere un segno del vostro passaggo qui.