venerdì 23 agosto 2013

AMICIZIE INASPETTATE.

Io amo gli animali. Quasi tutti. A parte ragni, serpenti e scorpioni. Con quelli non posso proprio parlare d’amore, diciamo che tutt‘al più li stimo.
Con i cani non è sempre stato un idillio,veramente. Mi sono sempre piaciuti ma fino a poco tempo fa ne avevo un certo timore.
Non li capivo, non sapevo cosa volessero da me e come dovevo comportarmi. Ma da un paio d’anni a questa parte sono cambiata. Almeno in parte.
Devo il merito di questo cambiamento alla mia cagnolina. Una bastardina … pardon meticcia,che abbiamo trovato appena nata in un cassonetto della spazzatura.

Si, avete capito bene, proprio in mezzo ai rifiuti!

Era piccolissima, nata da un giorno. Stava tutta nella mia mano. Aveva gli occhietti chiusi e il cordone ancora attaccato.
Non so chi è stata la BESTIA che le ha fatto questo e non lo voglio neppure sapere!

Il veterinario che l’ha visitata quel giorno ci ha detto di non affezionarci troppo, che così piccoli senza mamma non hanno molte probabilità di farcela.
Ma lei è un osso duro, ce l’ha fatta.
Adesso è qui con me, mentre scrivo, che sonnecchia pigra tra i miei piedi…o meglio SUI miei piedi.

Potete solo immaginare lo scompiglio che ha portato nella mia famiglia.
Non solo per il mese passato ad allattarla ogni 3 ore (anche di notte!), a medicarla, a cambiarle le bottiglie dell’acqua calda perché la temperatura della cuccia doveva essere sempre intorno ai 26°, a stimolarla con massaggini sulla pancia perché da soli i cuccioli non fanno i loro bisogni, di solito ci pensa la mamma.
Di solito pensa a tutto la mamma!
Noi umani ce li ritroviamo a 2 mesi belli e svezzati.

Per scompiglio intendo il dopo, quando ti ritrovi alle sette del mattino a passeggio, anche con una nevicata in corso, soprattutto con una nevicata in corso, lei adora la neve!
Quando devi insegnarle che le riviste di cucina, sebbene siano appetitose, non si mangiano!
Quando dici fermamente:”Appena è più grande, sto cane va a stare nel giardino. Io in casa non lo voglio perché sporca tutto e perde i peli!” invece è ancora qui.
E l’altra frase da ricordare: “Sul divano non deve salire!”… indovinate ora dov’è?
Pazienza se devo passare l’aspirapolvere anche due volte al giorno, pazienza se devo ricoprire il divano con un telo e cambiarlo spesso … ma come si fa a resistere a due occhioni così dolci?
Le stanze da letto no, quelle sono off limits, quando mi segue mentre traffico per casa mi aspetta in corridoio, a tutto c’è un limite e poi ognuno ha i suoi spazi.
La cosa bella è quando fa le feste come se fossi stata via giorni interi, invece ero solo scesa a fare la spesa!

Grazie a lei ho imparato tante cose sui cani. A capirli meglio e a non temerli. Soprattutto che anche loro meritano rispetto, che non è giusto trattarli male ma nemmeno come peluches. Che ci si deve approcciare in un certo modo, perché anche loro hanno paura se non ci conoscono. Che un cane che non vuole essere palpeggiato non significa che sia cattivo. Però se spaventato reagisce … e può far male! Capito bambini?

I cani vanno sempre tenuti sotto controllo (meglio al guinzaglio) in pubblico, non a tutti piace ricevere affettuosità non richieste, qualcuno non ama essere sniffato, anche se è solo il loro modo di fare amicizia. Io ricordo molto bene il disagio misto a paura quando un cane mostrava interesse nei miei confronti, seppur amichevole. Diciamo che preferivo essere ignorata!
Mi facevano arrabbiare quelli che mi assicuravano :”Ma no! È bravissimo! Vuole solo giocare!”… ma io volevo sentirmelo dire da lui: “Sono bravo! Voglio solo giocare!”

Intanto io la tengo sempre al guinzaglio e non permetto che salti addosso a chiunque. Ma non c’è pericolo, lei non è molto espansiva con gli estranei.
Del suo carattere un po’ altezzoso e delle mie difficoltà come addestratrice di cani ho già parlato questo post, se vi va di leggerlo.

Adesso passo a parlarvi della ricetta di oggi.
Volevo proprio preparare un dolce per partecipare al Contest della Zia Consu.
Non posso proprio mancare. Consuelo è una delle mie prime fedeli lettrici, una che non manca mai di farmi sentire la sua presenza, con simpatia e ironia. Per questo ti ringrazio molto zietta!
Per me che sto ancora muovendo i primi passi in questo mondo è davvero importante.
Naturalmente devo ringraziare anche altre matte che si ostinano a leggere i miei sproloqui. Lo farò sicuramente, ma oggi permettetemi di parlare di lei.

Dunque il contest è in occasione del compleanno del suo maritino che adora i dolci ma senza frutta e senza farine integrali, presumo anche farine alternative.
Considerando che è quasi un mese che vivo a frutta, verdura e cereali vari, la cosa non promette bene.
Ma il mio di marito mi ha fatto giustamente notare che LUI non é a dieta e che si sacrifica volentieri a far sparire il dolce … per una così nobile causa … son sacrifici che qualcuno deve pur fare!
Quindi vai di cioccolato, doppio cioccolato, ma con lo yogurt che “alleggerisce” (solo la coscienza!)

 
 
 
 

TORTA ALLO YOGURT, DOPPIO CIOCCOLATO E CAFFÈ.

Ingredienti:
1 vasetto di yogurt bianco,
2 uova,
2 vasetti di farina 00,
1 vasetto colmo di cacao amaro,
2 vasetti di zucchero,
50g cioccolato fondente o gianduia,
½ vasetto scarso di olio extra vergine d’oliva,
1 bustina di lievito,
1 tazzina di caffè forte,
un pizzico di sale.

Naturalmente l’unità di misura è il vasetto dello yogurt lavato e asciugato.
Montate le uova con lo zucchero con la frusta, meglio se elettrica, finchè diventano chiare e spumose. Sempre montando unite lo yogurt, il sale, l’olio e il cioccolato. Poi aggiungete la farina setacciata con il lievito e il caffè.
Per ultimo incorporate il cioccolato tritato grossolanamente.
Versate tutto in una tortiera di circa 24cm di diametro e infornate a 170° per circa 40 minuti. Abbassate la temperatura a 160° e cuocete ancora 10 minuti circa. Fate la prova stecchino!

Potete servire semplicemente con una spolverata generosa di zucchero a velo.
Oppure create dei decori con glassa di zucchero o cioccolato bianco fuso.
Questa torta si presta anche ad essere farcita.
Naturalmente il caffè si può anche omettere, si può unire poco latte.

Purtroppo la foto non è un granchè … l’ho servita a merenda per mio figlio e i suoi amichetti (si,si anche a mio marito)… potete immaginare che non ho avuto molto tempo per i set fotografici!
 
 
 

18 commenti:

  1. Tu post me encanta, saludable desde todo punto de vista, besos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muchas gracias. Me alegro de haberte conocido. Ho scritto giusto? Di Google Traduttore non mi fido molto. Comunque sono contenta di averti qui. Ciao

      Elimina
  2. Le tue parole sono raggi di sole in questo mondo troppo superficiale, cattivo e insensibile. Questo è amore, amore vero.. quello che supera le diffidenze e le paure e si nutre di autentico sentimento <3 Amo gli animali più delle persone, credimi.. e questo tuo gesto mi ha commossa e mi ha dato speranza.. perchè l'amore vince su tutto! Ci fossero più persone come te!!! Ti adoro, Manu. Dai un bacino per me alla tua piccola stella, con tanto affetto. E un abbraccio è tutto per te! La tua torta è fenomenale! TVTTTTB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Ely! ogni volta che passi da me trovi sempre delle parole stupende da dirmi Grazie! Tu sei una delle "matte" meravigliose di cui sopra! grazie per il sostegno.
      Un abbraccio!

      Elimina
  3. Tesoro mi hai commossa..6 stata dolcissima nei miei confronti e di questo non posso che essertene grata! Grazie x questa splendida ricetta che mi hai regalato, la inserisco subito e faccio tesoro delle tue parole..è stato un piacere incontrarti nel mio cammino e spero che un giorno potremmo incontrarci anche di persona ^_^!
    Con il tuo racconto mi hai fatto venire voglia di prendere un canino, mio marito ogni sabato mi stressa x andare al canile a "salvarne" uno e farlo entrare a far parte della nostra famiglia ma io non mi sento pronta (stupidamente..)! Vedremo se a breve (magari potrebbe essere davvero il suo compleanno il giorno giusto..)riuscirò a farlo felice e chissà che non mi ricreda anch'io..
    Grazie ancora Manu..buon we e a presto <3
    la zia Consu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consu, non volevo arrivare a tanto! sono contenta che ti faccia piacere! Non vorrei che si pensasse che la mia è una sviolinata per commuovere la giuria del contest. Anche perchè il giudice è uno e incorruttibile...o meglio si sa che le capacità decisionali degli uomini partono direttamente dallo stomaco!! E viste le ricettine che partecipano! comunque ti consiglio di pensare seriamente al cagnolino, fagli il regalo di compleanno...fatevelo! che sia impegnativo non lo posso negare, ma da tanto di quel affetto! ciao a presto.

      Elimina
  4. Carissima, io amo i cani, purtroppo non ne ho mai avuto uno, ma quando vado dal mio ragazzo oppure incontro qualcuno con il suo cagnolino è sempre un'emozione giocarci e coccolarli. Se devo essere sincera è il mio più grande sogno avere un amico a quattro zampe da quando ero bambina e questo sogno è ancora qui in attesa di essere realizzato. Io penso che l'amore che riesce a darti un cane difficilmente riuscirà a dartelo qualcun'altro, è un amico davvero fedele, diventa parte della famiglia e questa secondo me è una gioia che tutti dovrebbero provare. Complimenti comunque per la bella torta, a me sarebbe piaciuto partecipare al contest ma lo noto solo oggi e non ho il tempo materiale per preparare una bella torta (causa partenza, dieta e caldo!) Sarà per la prossima violta! ;)
    http://ledeliziedelmulino.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione sai, i cuccioli diventano veramente parte della famiglia. quando lo sentivo dire non ci credevo!Per il contest credo che tu sia ancora in tempo. vai a vedere nel sito di Consuelo il regolamento. Puoi partecipare anche con ricette gia postate se le riposti. Dai che più siamo meglio è!

      Elimina
  5. ...certo...doppio cioccolato...perché uno solo...meno male che c'è lo yogurt che alleggerisce;-)...un buffetto alla piccola amica da parte mia...
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccone un'altra del club delle mie adorate matte! Grazie anche a te sai. Poi tu ormai mi hai proprio capito! Doppio cioccolato: ma io quando faccio le cose mica scherzo ;-)
      Poi mi pento e "alleggerisco"! Lacrime di coccodrillo!

      Elimina
  6. Che bel post ....anche la mia mamma era come te , fino a che non e' arrivato Baldo e tutto e' cambiato.....18 anni di amore , giochi, e coccole , adesso non c' e' piu' , ma e' stato un cane fortunato , come la tua !
    In bocca al lupo per il contest.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non oso pensare a quando ci lascerà! spero di godere della sua compagnia tanto come voi con Baldo. Sai, quando mi chiedono di che razza è io rispondo sempre:"razza fortunata!". Più di così! Ciao a presto.

      Elimina
  7. Si vede che il tuo rapporto d'amore con i pelosi è profondo e sincero.

    Complimenti per la ricetta!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso posso dire di si. Ma mai avrei pensato che ci si potesse affezzionare così tanto. E che un cane potesse dare tanto affetto.

      Elimina
  8. ciao ti ho conosciuta per caso e ne sono felice perchè ci sono tante cose interessanti e utili ti seguo volentieri ciao elisa

    se ti va vienimi a trovare su spicchidelgusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa sono contenta che tu mi abbia trovata. Adesso arrivo subito a curiosare nel tuo blog. Aspettami.

      Elimina
  9. ..ero giusto alla ricerca di una ricetta super cioccolatosa da preparare per una amica, mi appunto subito la tua!!
    A presto,
    Elisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa è davvero molto cioccolatosa!Fammi sapere quando l'hai provata e grazie per essermi venuta a trovare! Ti aspetto quando vuoi!

      Elimina

Spero vi siate divertiti qui da me. La mia porta è sempre aperta a tutti quelli che vogliono condividere con me la passione per la cucina e i libri. In amicizia e serenità. Sarò felicissima se mi lascerete un commento, un'opinione, un consiglio ...anche solo un saluto! Fa davero piacere avere un segno del vostro passaggo qui.